Cascia

La rosa dell'Umbria

Cascia è la meta preferita dei pellegrini che vengono ad omaggiare Santa Rita, il cui corpo incorrotto è conservato nella moderna basilica a lei titolata. Santa Rita, la Santa delle cause impossibili, è venerata in tutto il mondo. Per la sua festa, il 22 maggio, vengono benedette migliaia di rose, in memoria della rosa che fiorì in pieno inverno nel suo orto a Roccaporena, il paese natio. Santa Rita, la rosa dell’Umbria, sperimentò tutte le vocazioni: fu sposa, madre e monaca e ricevette una stimmata in fronte, da una spina della corona di Gesù. I pellegrini entrando nel Monastero, dove Rita visse e morì, possono vedere il luogo della sua stigmatizzazione e la cella che custodisce il suo sarcofago, dove è dipinto il vero volto della santa. Cascia ha anche un patrimonio chiesastico importante con splendidi affreschi, ma è anche la patria dello zafferano, coltivato fin dall’antichità e che si può gustare ogni anno ad ottobre, durante la Mostra Mercato dello Zafferano.