Montefalco

Un imperatore e una mistica

Da sempre i destini di questa incantevole cittadina sono legati a doppio filo al vino Sagrantino, il figlio più illustre e prezioso del suo territorio, quell’oro rosso nato nel medioevo grazie all’opera sapiente dei frati francescani.

Furono loro ad importare dall’Asia Minore un nuovo vitigno e ad impiantarlo nelle feconde campagne circostanti, dando origine ad un vino concepito inizialmente solo come passito da utilizzare durante le funzioni liturgiche.
Solo negli anni ’70 del secolo scorso sono state sperimentate con successo nuove strade per quel vitigno, è nata un’ulteriore linea di produzione, e il Sagrantino è divenuto anche vino da pasto, affermandosi come uno dei più pregiati su tutto il territorio nazionale ed anche internazionalmente. Oggi le bellissime campagne attorno a Montefalco sono costellate di cantine.
Ai francescani si deve anche il principale gioiello d’arte in città: un ciclo d’affreschi dell’illustre pittore fiorentino Benozzo Gozzoli con le storie di San Francesco.